Cerca
  • Piz

UOMINI, E NOI?

Aggiornato il: 27 ago 2019

Uomini E No, di Elio Vittorini


Per la nostra generazione la storia non è mai stata qualcosa che sentiamo vicina o di tangibile. Forse ci siamo sentiti toccati dalle vicende terroristiche, abbiamo condiviso qualche notizia sugli attentati in Siria e, se siamo davvero sensibili, forse abbiamo visto qualche film sulla guerra in Iraq.

La storia per molti è qualcosa che si abbandona insieme agli zainetti e ai libri fatti su nella plastica per non fare le orecchie. La storia difficilmente stimola il rispetto e l’ammirazione che possono nascere da un buon libro o da un vecchio cd.

Eppure a chi è cresciuto nel Nord-Italia, in città di confine o in metropoli commerciali, è giunto un'eco di qualcosa di importante, di grosso, proprio perché fatto dalle persone piccole, normali, spinte da motivi non eroici, ma da qualcosa di reale, tangibile: proprio come non sembra esserlo la storia degli eventi che ci hanno preceduto.

Ed è proprio ai più fortunati che hanno raccolto un racconto un po’ raffazzonato di quelle persone comuni, che succede qualcosa di raro, di insolito quando si parla di storia: l’immedesimazione.

Perché è un grande classico di ogni libro ben scritto chiedersi “Che cosa avrei fatto io”. Ma quando un romanzo che parla di storia, quella storia che sembra solo una storiella raccontata dai nonni, riesce a farti toccare la storia, viverla, allora la domanda diventa “Che cosa farei io”.

Che cosa farebbe la nostra generazione? Che cosa farebbe la generazione che qualche tempo fa era una generazione di inconcludenti e disoccupati, oggi alle dipendenze della tecnologia, se si svegliasse in un paese occupato?

Che poi detta così sembra ancora una volta da manuale. Vittorini direbbe: che farebbe la nostra generazione, la mia e la tua, di te che leggi tranquillamente, nella tua casa senza ronde alla porta, oppure mentre cammini su una strada dove non passano camionette straniere in perlustrazione, oppure ancora mentre scendi verso una metro senza dover stare attento con quale tono incroci lo sguardo di un soldato irascibile, oppure ancora mentre ti prepari a uscire con gli amici, semplicemente per parlare del risultato di Juve-Napoli, invece di incontrarsi per chiedersi chi troverai accoppato in piazza.

Vittorini, come altri che hanno vissuto la Resistenza, non dà spiegazioni, non indaga sulle motivazioni, non esalta l’ideologia, non fa dietrologie politiche. E nel non farlo, ci avvicina ancora una volta ai personaggi romanzati del romanzo più reale che potrai mai leggere.

E allora cerchi di capire perché loro l’hanno fatto. Perché gente qualunque si è messa nei guai per offrire un posto dove dormire a della gente già parecchio nei guai? Perché gente affamata si è privata porzioni del proprio razionamento per dare una mano? Perché gente pacifica ha preso parte ad azioni suicide contro un nemico ignoto? Perché gente semplice le ha comandate?


"Questi uomini non avevano dietro niente che li costringesse, niente che prendesse su di sé quello che loro facevano. Restava dentro loro quello che loro facevano. Come accadeva che fossero semplici e pacifici? Che non fossero terribili? Perché, se non erano terribili, uccidevano? Perché, se erano semplici, se erano pacifici, lottavano? Perché, senza avere niente che li costringesse, erano entrati in quel duello a morte e lo sostenevano?"


E allora capisci, e senti incombere una domanda: che cosa faremmo noi, se non ci fosse alternativa? Se lottare fosse l’unico modo per avere un domani? Se combattere fosse l’unica scelta andare avanti?


INTENSITÀ DELLO STOIC PUNCH: 9,2


Se non hai mai letto Uomini e No, ma stai andando in corteo → dai una letta, tagliati quei capelli e vai a lavorare.

Se non hai mai letto Uomini e No, perché te lo aveva fatto leggere quella comunistona della tua insegnante del liceo → prova a vedere se dalla quinta superiore il tuo cervello è migliorato.

Se hai letto Uomini e No → bravo compagno.

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco LinkedIn Icon

© 2020 Daily Stoic Punches 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now